Môjû (Blind Beast) di Masumura Yasuzo

h_4_ill_676949_beteaveugle2Continuano le visioni dei film di Masumura Yasuzo, questa volta tocca a Môjû (Blind Beast) del 1969, storia mutuata dal tanto geniale quanto sottovalutato (almeno in Italia) Edogawa Rampo.

Michi e` uno scultore cieco ossessionato dal corpo femminile e dalle sue parti, con uno stratagemma e con l`aiuto della madre riesce a catturare la  modella Aki, interpretata dalla bellissima Midori Mako per poi portarla nel suo studio d`artista. E` questo uno dei punti forti del film, un infinito e circolare delirio pop-surreale-eroguro con enormi rappresentazioni delle parti del corpo, scenografia realizzata dal bravissimo Mano Shigeo. Questo diventa il laboratorio in cui il protagonista decide di realizzare la sua opera finale….la spirale di odio e complicita` si ricama sull` intreccio fra arte e vita per un finale straripante, violento, punteggiato anche da sfumature filosofiche… un ritorno al luogo dove ha origine( e fine)  il vivente……vedere vedere vedere…..

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s