Visioni butoh

Una piccola deriva nell’ambito butoh e le traiettorie che incrocia (anche cinematografiche):

FRAMING BUTOH. P(r)assi per un détournement
mercoledì 06 maggio 2009
[di Matteo Boscarol]

Il butoh è il fuori campo di quel frame chiamato vita

Deguchi Izuru
La luce, in generale, qualche volta mi sembra indecente

Hijikata Tatsumi

Non danzo in un luogo, danzo il luogo

Tanaka Min

Molti sono i libri e gli scritti che ci presentano il butoh ed i loro fondatori Hijikata Tatsumi e Ohno Kazuo, di solito sono volumi che li posizionano nella storia della danza e delle arti performative. Si cercherà qui, invece, attraverso un`operazione di montaggio ibrido e bastardo, di moltiplicare vorticosamente il punto di vista di quel frame attraverso il quale il butoh viene solitamente descritto.

Dire il meno possibile  per avvicinarsi realmente alla cosa denominata “butoh” quindi. Evitando una storia del butoh: per questo c’è già Wikipedia o chi ne fa le veci.

Si riporteranno frammenti eterogenei per comporre un quadro il più possibile complesso e sfuggente usando elementi tratti da vari mondi che dal butoh sono stati toccati.

Un frame cinematografico per scoprire film e video che ci testimoniano, e forse qualcosa di più, delle performance butoh, sia quelle seminali e rare degli anni sessanta, che le molteplici dei vari danzatori moderni che oggi continuano ad aumentare.

Un frame letterario, dove il corpo [1] si fa parola e…..(continua qui)

Advertisements

4 Comments

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s