Merzbow, intervista

Intervista apparsa sulla rivista Blow Up forse nel 2005…non ricordo…l`ho trovata nel mio computer e cosi` la posto…..

Corea del Sud, immagini grezze e una coppia che in una baracca dirottata rilascia un muro sonoro….gli astanti esterefatti guardano chiedendosi cos`e` , qualcuno si tappa le orecchie per difendersi dall`impatto sonoro. E` questo il contenuto di un video amatoriale che circola da un po` di tempo su internet e che ci mostra Merzbow (al secolo Akira Masami), la sua idea di musica e l`impatto che cio` puo` avere sulla gente comune. Ma il giapponese non si preoccupa troppo dell`opinione altrui, ha sempre perseguito una sua strada, un percorso non solo musicale, che tende a deantropologizzare la realta` proprio partendo dalla musica, dando un peso dignitoso ma non preponderante all`umano. Si spiega anche cosi` l` impegno pratico che Akira-san continua a portare avanti con vari movimenti animalisti ed anche la recente pubblicazione di un libro, in cui ci racconta la sua scelta di abbracciare lo stile di vita vegan e le possibilita` che questo “credo” possa aprire. Proprio in questo contesto bisogna inserire il progetto che il nostro ha iniziato una ventina di anni or sono, Merzbow, dove la musica testa i suoi limiti ed il rumore bianco che di solito fa da sottofondo/sfondo quasi un Ungrund bohemiano, risale in superficie per diventare protagonista. Ascoltando i suoi lavori si percepisce appunto l`abisso da dove la musica origina, sentiamo e percepiamo cio` che la rende possibile, insomma e` come se per qualche magia potessimo guardarci il nostro nervo ottico, vedere la visione, ascoltare l`ascolto.

1) Quando e per quali ragioni e` “nato” Merzbow?

Intorno al 1980 incominciai a fare della “tape music” raccogliendo appunto con un registratore tutti i rumori che mi circondavano.
Non c`era un nome per questo tipo di attivita` per cui la chiamai Merzbow, da “Merzbau” di Kurt Schwitters, un`artista che componeva le sue opere raggruppando tutti gli scarti, l`immondizia che gli stava attorno.

2) Sei stato influenzato dalle avanguardie artistiche europee come il Surrealismo, il Dadaismo e il Futurismo italiano?

Prima di tutto vorrei spiegare il perche` del mio interesse nel Dadaismo e nel Surrealismo.
C`e` un album del 1970 che porta lo stesso nome del gruppo,’Brian Davidsons
Every Whichway’, gruppo formato dall`ex-batterista dei “ Nice”
E da Graham Bell. Ebbene mi piaceva davvero molto questo lavoro e in una recensione che lo riguardava si parlava di Franz Kafka e di come questo album era stato fatto con lo stesso spirito dei suoi romanzi. Lessi un romanzo dell`autore praghese e me ne innamorai al tal punto che decisi di leggere tutto cio` che aveva pubblicato. Anche Frank Zappa lo cita in “We’re Only in it
for the Money”. Inoltre mi imbattei in Arthur Rimbaud attraverso le canzoni dei T/Rex e mi interessai in Lautreamont e in Breton grazie a Rambo. Per di piu` Alice Cooper incontro` Salvador Dali che realizzo` una olografia dello stesso Cooper. I primi
Soft Machine usarono il concetto di Patafisica preso da Alfred Jarry e un surrealista ante litteram del Rinascimento come
Francois Rabelais compare in “Acquiring the Taste” dei Gentle Giant.
Tutto questo per dire che mi interessai nei movimenti del Dada e del Surrealismo attraverso la mediazione dell` Art Rock del tempo, che in autori come Frank Zappa, Emerson Like Palmer, King Crimson, e SunRa esprimeva questa relazione in modo molto diretto.
Continuai a leggere i libri di Breton e Bataille ed a interessarmi a certo tipo di pittura in qualche modo influenzata dal Surrealismo, l`italiano De Chirico per esempio o Yves Tanguy.
C`e` una metodologia nel Surrealismo che dice di “Guardare il mondo con occhi diversi” lo si puo` notare in “Nadja” di Breton e in
“Countryman le Paysan de Paris of Paris” diAragon.
Nello stesso modo incominciai a fare “tape music”, tentando di mettere insieme i suoni, i rumori di ogni giorno secondo un altro punto di vista, una sorta di “Depaysement”. Cosi` facendo cerco di dare alla quotidianita`un nuovo significato.

3) Qual e` stata l`occasione che ti ha dato l`imput per cominciare a fare musica?

Gia` prima del progetto Merzbow ero dentro il mondo della musica, ma si trattava piu` che altro solamente di “suonare” mentre mi interessava “fare” della musica e ci riuscii realizzando la “tape music”. “Suonare” era molto noioso, come in seguito mi divento` noioso anche il “noise” che praticavo negli anni novanta e per questo adesso mi dedico alla musica fatta col computer.

4) Hai menzionato il “noise”, di cui molti ti considerano uno dei principali esponenti. Come definiresti il “noise”?
Per esempio la domanda “che cos`e` la musica classica?” fatta ad un compositore classico, sarebbe un nonsenso perche` ogni compositore fa la musica che gli e` propria. Allo stesso modo io faccio la mia musica e basta.

6) Qual e` il tuo pensiero sulla situazione politica mondiale e in particolar modo sulla dissanguante guerra in Iraq?

Penso che la guerra sia uno dei modi che gli esseri umani hanno di risolvere il problema della sovrappopolazione. Detto questo pero` penso che ci sia un accanimento da parte della tirannia degli Stati Uniti e di Israele verso una sola razza. In piu` la guerra sta ammazzando moltissimi animali e sta distruggendo un ecosistema molto delicato; tutto questo non dovrebbe essere permesso.
Gli Stati Uniti devono accettare e firmare subito quanto suggerito nel Protocollo di Kyoto ed affrontare seriamente il problema del surriscaldamento del pianeta.

7) Ricevi qualche ispirazione da una megalopoli come Tokyo?

No, direi di no.

9)Ok, se non da Tokyo da dove? e come si svolge il processo di formazione dei tuoi lavori?

Quando voglio fare qualcosa lo faccio, lo registro mentre per quanto riguarda gli album, quando c`e` una qualche richiesta metto insieme il materiale e faccio l`editing. La maggior parte delle volte traggo qualche spunto d`ispirazione ascoltando vari lavori di altri musicisti o anche qualche cosa che magari ho fatto tempo addietro.

10) Hai parlato di altri musicisti, potresti dirci che cosa ascolti, leggi e guardi volentieri?

I listen to rockn’ roll from the late ’60s to the beginning of the
’70s, free jazz, and contemporary music the most.
For the new stuff, black metal.
The film “Solo” “Duo” “Antithese” by Mauricio Kagel in the ’60s gave me
a shock recently. I often listen to the LP “Acoustica” by Kagel, the
LP “Living the Blues” by Canned Heat, records of Gracious!, Egg,
Mountain, and East Of Eden as well.
I read books of Oota Dragon often.
For example: “A natural life span study introduction” “Japan Shinto and
a natural life span study” “domestic animal system total abolition
theory introduction.”

11) Che cosa ti tiene impegnato al momento?
Come sai sono un vegan quindi faccio ricerca e attivismo per l`
Animal Rights e proprio questa primavera e` uscito un libro che ho scritto, inoltre appoggio il gruppo American animal rights e il gruppo Peta.
I lavori recenti di MERZBOW trattano proprio questi temi e l`argomento principale di “Merzbuta” (Important Records, USA)e` quello di liberare tutti i maiali in un macello e di annientare tutti gli umani. Proprio ultimanmente ho finito il cd con sei pezzi intitolato “Houjoue” (Dirter Promotions, UK) dove si racconta degli Imperatori giapponesi, nei tempi antichi “rabbis of rice”, che consideravano di non magiare carne. Un divieto di mangiare carne fu introdotto molte volte in Giappone dal settimo secolo e la carne era considerata “malvagia” fino all`arrivo degli Stati Uniti che ruppero questa situazione.
In piu` questo cd include anche un lavoro per Sound Projection per l`aria con il Mixer ‘Acousmonium’ .

12) E per il futuro?

Ultimamente ho collaborato con i New Blockaders e John Wise, anch`essi vegan e con le etichette vegetariane Misansropic Agenda, Alien 8 Recordings, Blossom Noise.
Mi piacerebbe collaborare di piu` con artisti ed etichette che siano attivamente implicate con questi temi.

Matteo Boscarol

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s